e la morte di una grande carriera

Il Calcio non c’entra nulla.

E’ stato come vederti morire.

Vedere quella parte di te muore e che tenta, disperatamente, di resistere, inutilmente.

Come un condannato a morte sul patibolo ti aggrappi a quegli ultimi istanti di vita e a quei ricordi infiniti, mai così belli, mai così densi ed ora così tragici.

Quella luce abbagliante che ti aveva accompagnato sin da bambino, sapevi che tra pochi istanti si sarebbe spenta, per sempre.

Ma come accettare tutto questo in un solo attimo ?

Cercavi disperatamente qualcosa a cui aggrapparti, qualcuno a cui chiedere aiuto, ma nessuno può dartelo Francesco!

Ora sei solo, veramente solo, per la prima volta.

Anche se tutto uno stadio piange con te, per te, sei solo.

Si leggeva tutto questo nel tuo volto.

Ed hai paura, quella terribile paura dell’ignoto, la paura del tempo che ti chiede il conto, la paura della consapevolezza di non poterlo fermare.

La tua vita da calciatore muore Francesco, come muiono tutte le cose dell’Universo.

Ma nessuno muore per davvero.

Il tempo non esiste, è un illusione.

Non aver paura, lasciala morire quella vita e non pensarci più…

Founder of The Ark Lab https://www.thearklab.net/

Founder of The Ark Lab https://www.thearklab.net/